Recensione Netflix 'Shadow': riprodurla in streaming o ignorarla?

Shadownetflix Review

Ombra è la prima serie originale sudafricana di Netflix, un crudo dramma poliziesco ambientato nelle strade claustrofobiche della città di Johannesburg. È il tipo di posto in cui i cattivi fanno cose brutte e i buoni a volte devono fare di peggio. Ma c'è un'ulteriore svolta di mistero nel protagonista vigilante dello show, la cui vera natura viene presa in giro e lasciata penzolare, spingendoci a guardare oltre l'episodio pilota.



OMBRA : LO STREAMING O SALTARLO?

Colpo di apertura: Notte. Nella città. Johannesburg. Si illumina di un minaccioso verde Gotham. Da qualche parte in lontananza, una sirena ulula.



Il succo: Pallance Dladla dirige lo spettacolo, interpretando il personaggio del titolo, un ex detective la cui patente di guida recita Shadrach Khumalo. È un vigilante su commissione, pronto a fare un lavoro sporco per le persone in difficoltà fallite dalle autorità e forse dalla società stessa. In classico Punitore stile, Shadow è torturato da traumi del passato; appesi al muro della sua stanza completamente deprimente e senza finestre ci sono ritagli di notizie che descrivono la morte prematura, apparentemente, dei suoi cari. Quando finisce un lavoro, torna a casa con una fioca illuminazione fluorescente e una bottiglia di alcol. Mitragliatrici e balestre decorano le pareti. Per non chiederci perché è costruito come un linebacker con muscoli trapezi delle dimensioni di un tonno pinna gialla, una panca pesi si trova in un angolo.



Shadow ha una sorella, Zola (Tumie Ngumla), che è costretta su una sedia a rotelle, ed è a conoscenza delle scappatelle di suo fratello. Hanno una nuova pensionante nella camera degli ospiti, Ashley (Amanda du-Pont), che sembra piuttosto disinvolta riguardo a tutto il vigilantismo e quant'altro. Durante il suo ultimo concerto - dando il vecchio what-fer a un mafioso che fotografa donne nude e le ricatta - Shadow si imbatte in Max (Khathu Ramabulana), un poliziotto in borghese che sembra un sostenitore molto incerto delle attività notturne di Shadow.

Dopo una serata di scazzottate e puntate di pistola, Shadow cade improvvisamente in una fitta di disturbo da stress post-traumatico. Suda copiosamente; la sua frequenza cardiaca aumenta; la colonna sonora diventa molto drammatica. Prende una pillola da prescrizione e la lava con un sorso di whisky. Più tardi, la sceneggiatura sgancia casualmente una bomba come un'altra uva nella fruttiera della trama: Shadow una volta è stata colpita da un fulmine e non ha la capacità di provare dolore. Aspetta, questo tizio è un supereroe? THINKY-GUY EMOJI, dico. THINKY-GUY EMOJI.

La nostra opinione: Quindi Netflix ha abbandonato la sua intera linea di spettacoli Marvel Comics - Il Punitore inclusi - e sostituirli con Ombra ? È troppo presto per dirlo dopo un solo episodio. A livello di base, questa nuova serie è roba standard con un budget piuttosto limitato. I dialoghi sono un po 'goffi, i personaggi sono familiari, la recitazione è rigida, la coreografia del combattimento è rudimentale. I cliché segnano la sua estetica visiva. I tentativi di umorismo sono flaccidi come i vecchi asparagi. Ma c'è del potenziale qui: Dladla fissa il cast con una solida presenza sullo schermo e non ha sempre bisogno di togliersi la maglietta per farlo. Ma fino ad ora, è la questione della vera natura di Shadow che ci terrà d'occhio, non le persone, che complottano o fanno il pasticcio. Il pilota va bene, niente di veramente speciale, ma neanche di egregiamente male.



Sesso e pelle: Il pilota elude le opportunità di sfruttamento: la telecamera interrompe quando Shadow si gode un'avventura di una notte con un seducente barista. Per fortuna, distoglie lo sguardo anche durante i servizi fotografici umilianti del malvagio maiale.

Più su:

Colpo di separazione: Esausto dopo aver inviato i malfattori alla prossima vita, Shadow è nella sua stanza. Il suo telefono squilla. Lui risponde. Pausa. Che tipo di guai? lui chiede. Dissolvenza. Il lavoro di Shadow è mai finito? Mai!

Stella dormiente: Essendo la presenza più allegra del pilota, du-Pont ha un sorriso disarmante e mostra più disinvoltura davanti alla telecamera in un cast per lo più teso. Il suo personaggio Ashley sembra maturo per essere l'interesse amoroso di Shadow. Ma c'è abbastanza sottigliezza nella performance di du-Pont da suggerire che potrebbe essere una forza di ottimismo di fronte a tutta questa desolazione.

La maggior parte della linea pilota: Non puoi andare in giro a pugni per la città, Shadow, dice il poliziotto del nostro protagonista Max, confermando agli spettatori assopiti o ignari che, sì, in effetti, le azioni oscure di Shadow sono un po 'fuori dalla legge. La replica di Shadow? Stavo solo facendo il mio lavoro ... il tipo che paga l'affitto, dice gravemente, forse inconsapevole che Walgreen accetta quasi sempre le domande.

La nostra chiamata: STREAMALO. Almeno per un altro episodio o tre, per scoprire se Shadow è un micro-Superman o qualcosa del genere. Forse dovrà affrontare un cattivo che può leggere nel pensiero o sollevare un autobus con le sue dannate mani nude - o qualcosa di più che scattare foto di nudi e non preoccuparsi di sostenerle nella nuvola, almeno. E l'inevitabile flashback del fulmine promette di essere un doozy.

John Serba è uno scrittore e critico cinematografico freelance con sede a Grand Rapids, Michigan. Leggi di più sul suo lavoro su johnserbaatlarge.com o seguilo su Twitter: @johnserba .

Stream Ombra su Netflix