Henry Cavill è un dolce Sherlock Holmes in Enola Holmes di Netflix

Henry Cavill Is Soft

Enola Holmes —Un nuovo film con Millie Bobby Brown nei panni della sorella minore di Sherlock Holmes, presentato in anteprima oggi su Netflix — trova The Witcher Henry Cavill in abiti su misura, i suoi capelli arricciati in onde delicate, interpretando una versione morbida, pura, alla cannella di Sherlock Holmes. E tu sai cosa? Penso che ci siamo guadagnati questo. Lo voglio davvero. È stato un anno difficile. Gli dei di Hollywood hanno guardato la nostra sofferenza e hanno detto: Ecco, un attore notoriamente strappato meglio conosciuto per aver interpretato letteralmente supereroi e uccisori di mostri, ma invece come un gentile gentiluomo dell'era vittoriana che vuole solo essere una buona figura paterna. E li ringrazio per quel regalo, perché ne avevo bisogno.



Puoi davvero ringraziare il regista Harry Bradbeer per quel colpo di casting ispirato, che, con lo sceneggiatore Jack Thorne, ha adattato il film dall'omonima serie di libri per giovani adulti di Nancy Springer. La versione di Cavill del più grande detective del mondo non è proprio quella che i fan di questo amato personaggio sono abituati a vedere. È molto più grande, per esempio. Uno Sherlock Swolmes, se vuoi, come molti lo hanno già soprannominato Twitter . È infinitamente divertente vedere le spalle massicce di Cavill nel tipo di camicia e gilet indossati dai minuscoli uomini del 1800, che posso solo presumere fossero fatti su misura per accogliere i suoi muscoli sporgenti. Tutto quello che tiene sembra appena un po 'troppo piccolo: lettere, giornali, lenti d'ingrandimento. Il detective non indossa nessuno dei suoi famosi costumi in questo adattamento, il che è probabilmente il migliore, perché l'idea che lui sia poco appariscente in qualsiasi ambiente è ridicola.



Foto: Netflix

Ma oltre alla fisicità c'è anche la personalità. Sherlock Holmes, tradizionalmente, è stato una specie di coglione. Basil Rathbone era eccessivamente elegante e compiaciuto nel fare le sue deduzioni nel Sherlock Holmes film degli anni '30 e '40. Robert Downey Jr. era maniacale, eccentrico e sempre pronto a prendere a pugni un tizio nel 2009 Sherlock Holmes. Benedict Cumberbatch è stato forse il più grande cazzo di tutti nella serie della BBC Sherlock , un genio tormentato che era sempre felice di chiamare qualcuno un idiota in faccia. Ma nelle mani gigantesche ma tenere di Cavill, Holmes è educato, mite e non conflittuale. Non è del tutto imbarazzante, di per sé, ma ci si avvicina, in particolare quando si tratta di mostrare affetto verso la sorella sedicenne, Enola, interpretata da Brown nel suo modo più affascinante.



Foto: Netflix

Quando osa criticare suo fratello Mycroft (Sam Claflin, che interpreta il vecchio Holmes come insopportabilmente misogino) per aver parlato male della loro madre (Helena Bonham Carter), si ritira quasi immediatamente. Non intendo giudicare, dice in tono di scusa. Quando Enola lo prega di non lasciare che Mycroft la mandi in un collegio per ragazze, riesce a malapena a guardarla mentre risponde, mi dispiace, è fuori dal mio controllo.

Proprio come la sua crudeltà verso nostra madre era fuori dalle tue mani, lei ribatte, e noi intendiamo capire che questa versione del signor Holmes ha passato la vita a scappare dagli scontri, piuttosto che verso di loro. Non è convenzionale - mai prima d'ora ho sentito uno Sherlock Holmes chiedere scusa così tante volte - ma Cavill lo fa funzionare. Inoltre, mi ha fatto amare quest'uomo docile, emotivamente stitico, molto grande.



Foto: Netflix

Non capirlo, non è che questo Holmes non sia eccezionalmente intelligente. Non è solo uno stronzo a riguardo. Non esita a usare le sue capacità di deduzione, ma non pensa nemmeno che il suo talento lo renda migliore di chiunque altro intorno a lui. (Che concetto! Uomini intelligenti, prendi appunti.) Quando la sempre esilarante Susie Wokoma lo minaccia con una teiera, la implora di posarla, perché nelle tue mani è un'arma potente. Siamo uno Sherlock Holmes che rispetta le capacità delle altre persone! (Inoltre, possiamo parlare della chimica tra Cavill e Wokoma? Realizzalo nel sequel, Netflix.)

Se pensi che togliere la natura egoista di Holmes lo renderebbe un personaggio noioso, non temere. Il regista Harry Bradbeer e lo sceneggiatore Jack Thorne tracciano ancora un arco di carattere soddisfacente per il detective, che essenzialmente si riduce a lui che impara a essere una figura paterna per Enola. Sorride a se stesso quando Enola scappa di casa, piantando strategicamente la sua bici per mandarli nella direzione sbagliata. Più tardi, praticamente scoppia di orgoglio quando lei risolve il mistero del film prima di lui. Questa è una versione orgogliosa di papà di Sherlock Holmes, ed è molto, molto adorabile.

Foto: Netflix

Alla fine, la versione di Cavill di Holmes impara a esprimere che in realtà si prende cura di sua sorella (una battuta del personaggio che in realtà ha messo il film nei guai con la tenuta di Arthur Conan Doyle, ma che era assolutamente necessaria per fare un buon film), come così come come difendere ciò che è giusto. Dopo aver visto Cavill come una versione morbida e gigantesca di Sherlock Holmes, non voglio più tornare indietro. Ora tutto ciò che resta da fare è convincere Netflix a scegliere Joey Batey nei panni del dottor Watson nel sequel.