Il documento 'Rolling Thunder Review' di Bob Dylan e Martin Scorsese in arrivo su Netflix nel 2019 | Decider

Bob Dylan Martin Scorsese S Rolling Thunder Review Doc Coming Netflix 2019 Decider

Pubblicato originariamente da:

Dove eseguire lo streaming:

No Direction Home: Bob Dylan

Alimentato da Reelgood

Per anni, tra i fan di Bob Dylan circolavano voci secondo cui un documentario sul suo leggendario tour Rolling Thunder Revue del 1975-76 costellato di star era in lavorazione, e sussurri occasionali avevano un nome allegato: Martin Scorsese. Ora, il gatto può uscire ufficialmente dalla borsa. Varietà ha appreso in esclusiva che Netflix prevede di distribuire il film nel 2019, con il nome del regista effettivamente nel titolo: Rolling Thunder Revue: A Bob Dylan Story di Martin Scorsese .



Si dice che il progetto, strettamente nascosto, non sia un documentario così semplice come il precedente film di Scorsese su Dylan, del 2005 No Direction Home: Bob Dylan , che si concentrò sul periodo cruciale dell'elettricità del 1965-66 di Dylan. C'è una ragione per cui la parola 'storia' appare nel titolo, ha detto una fonte, suggerendo che il regista potrebbe giocare maggiormente con la forma in questo particolare film.



nastro 9 ragazza 13 motivi per cui

Su ulteriore richiesta, Netflix ha fornito Varietà con una descrizione in miniatura del film che aumenta l'allettante ante. Rolling Thunder Revue: A Bob Dylan Story di Martin Scorsese cattura lo spirito travagliato dell'America nel 1975 e la musica gioiosa che Dylan ha eseguito durante l'autunno di quell'anno. In parte documentario, in parte film concerto, in parte sogno febbrile, Rombo di tuono è un'esperienza unica nel suo genere , dal maestro regista Martin Scorsese.

Nessuna data di rilascio è stata fissata. quando Varietà ha chiesto informazioni su una voce secondo cui il film potrebbe apparire già questa primavera, una fonte ha ribattuto, dicendo che anche l'annuncio di una data per la premiere rimane a mesi di distanza.



Uno dei pochi dettagli che Netflix ha confermato sul film è che Dylan stesso è stato intervistato per questo, il che non è necessariamente scontato, dal momento che l'artista raramente si lascia intervistare fuori dalla telecamera, figuriamoci sopra. Un partecipante al tour Rolling Thunder Revue ha confermato a Varietà che molti degli alunni di quel periodo hanno rilasciato interviste per il film negli ultimi anni, con la maggior parte se non tutte condotte dal manager di lunga data di Dylan, Jeff Rosen, come nel caso di No Direction Home .

L'elenco dei nomi che potremmo vedere nel film, sia nelle interviste dei giorni nostri o solo nei filmati vintage, è abbastanza sbalorditivo. Il Rolling Thunder Revue è stato concepito come una sorta di roulotte che ha coinvolto la presenza di poeti e scrittori, nonché luminari della musica passati e futuri. E presumibilmente tutti sono stati catturati nel film, mentre Dylan preparava il suo famigerato Renaldo e Clara film e uno speciale televisivo. Tra i partecipanti al tour: Joan Baez (che si riunisce con Dylan per duetti dopo un lungo intervallo), il leader della band Bob Neuwirth, Roger McGuinn, T Bone Burnett, Ramblin 'Jack Elliott, Ronee Blakley, Mick Ronson, Scarlet Rivera, Allen Ginsberg e Sam Shepard (che ha pubblicato un libro sul tour nel 1977). Altri che si sono presentati per spettacoli isolati o sono apparsi in studio includevano Joni Mitchell, Ringo Starr, Patti Smith, Bette Midler, Kinky Friedman, Dennis Hopper e Phil Ochs.

Non è noto se tutti questi volti appariranno nel film, soprattutto perché la descrizione di Netflix indica che il film si concentrerà sul tour dell'autunno 1975, quando si diceva che l'ensemble sciolto fosse al suo meglio sgangherato, e non necessariamente il seguito della primavera del 1976. , quando diversi ospiti sono saliti a bordo e le recensioni hanno indicato che il collettivo aveva perso parte del suo fascino.



L'aspetto del sogno febbrile della descrizione in miniatura di Netflix può portare gli appassionati a chiedersi se Scorsese prenderà in prestito alcuni spunti da Dylan's Renaldo e Clara film, che ha ricevuto solo una breve uscita nel 1978 e non è mai stato rilasciato in home video, a parte i bootleg. Sebbene il taglio iniziale di quattro ore sia stato accolto poco bene, le vignette fittizie che sono state girate per il progetto continuano ad essere fonte di fascino per gli appassionati di Dylan. (L'allora moglie di Dylan, Sara, interpretava Clara, mentre Blakley interpretava la signora Dylan, in un esempio di malizia del film vintage.) La natura più teatrale degli spettacoli del 1975 fu accentuata dal fatto che Dylan apparisse in faccia bianca in molti di essi.

Se dovesse rivelarsi un'uscita autunnale, ciò coinciderebbe perfettamente con le aspettative non confermate che il film sarà accoppiato con un cofanetto di materiale inedito che farebbe parte della serie Bootleg che Sony Music pubblica una nuova puntata ogni autunno. . A un certo punto, entrambe queste cose sembravano destinate allo scorso autunno. Nel 2017, senza menzionare il coinvolgimento di Scorsese, una fonte del campo di Dylan ha detto a Rolling Stone che un documentario Rolling Thunder e il set di Bootleg Series potrebbero uscire nell'autunno del 2018, forse incorporando materiale dal periodo adiacente di Dylan Blood on the Tracks. Quel piano approssimativo ovviamente è cambiato, poiché le registrazioni di Blood hanno ottenuto la loro scatola dedicata lo scorso novembre, lasciando la porta spalancata a Thunder per ottenere il suo multi-disco in arrivo nel 2019. Ma Netflix e Sony non hanno confermato i piani per una colonna sonora o un set di accompagnamento. .

Supponendo che apparirà un cofanetto Rolling Thunder, sarà la prima volta che la serie Bootleg tornerà a un'era già coperta dalle collezioni d'archivio di Dylan. La terza uscita della serie, nel 2002, era Bob Dylan Live 1975: The Rolling Thunder Revue, ma quello era un semplice set di due dischi strutturato più o meno come un album dal vivo ed è stato pensato dai fan come un'opportunità persa. , prima che i Bootleg iniziassero ad espandersi a sei o otto dischi per clip. Ci sono poche altre epoche nel caveau di Dylan che gli appassionati sono ansiosi di vedere aperte, e il fatto che la maggior parte o tutti questi concerti siano stati filmati e registrati professionalmente ha stuzzicato l'appetito per più di 40 anni.

Rolling Thunder Revue: A Bob Dylan Story di Martin Scorsese non è l'unica cosa sul piatto del regista titolare nel 2019, ovviamente: ha anche lavorato con Netflix su L'irlandese , un progetto annunciato quattro anni e mezzo fa. Potrebbe non essere nulla in confronto a quanto tempo il film di Dylan è stato in lavorazione, con alcuni che hanno affermato di essere stati intervistati per il progetto già alla fine degli anni 2000. irlandese è quello con un budget riferito di $ 140 milioni o più, ma non dirlo ai fan di Dylan Rombo di tuono non sarà anche epico.